MED-PHARES
Strategie di gestione integrata per la messa in valore del patrimonio
dei fari, semafori e segnalamenti marittimi del mediterraneo

Il progetto MED-PHARES si propone di avviare il recupero e la valorizzazione dei fari e delle stazioni semaforiche del Mediterraneo: un immenso patrimonio costiero che, una volta reso nuovamente accessibile e fruibile dalla popolazione locale e dai turisti, potrà trasformarsi in fattore di sviluppo economico e culturale, dopo aver rappresentato per anni un prezioso supporto ai naviganti ed un fondamentale presidio difensivo. 

Le tappe principali del progetto sono:

  • Una fase di studio e catalogazione dei siti costieri del Mediterraneo, darà il via alla riscoperta di una risorsa, per troppo tempo nascosta o dimenticata, su cui fondare una strategia di crescita sostenibile, che affidi alle coste un ruolo da protagonista.
  • La Conservatoria delle coste e i suoi partner guideranno l’ambizioso processo volto a creare una rete internazionale di fari e stazioni semaforiche, chiamata a raccontare la millenaria storia dei popoli del Mediterraneo, tenendo vivi i suoi miti e le sue leggende.
  • Il passaggio cruciale, vero e proprio cuore di MED-PHARES, sarà il percorso di confronto fra cittadini e istituzioni, volto a disegnare le ipotesi per le nuove destinazioni d’uso e le strategie di sviluppo di nove siti “pilota”, in cui condurre gli interventi di recupero e valorizzazione: dopo anni di abbandono, questi spazi saranno dunque restituiti alle comunità locali, insieme alle storie ed alle emozioni che hanno saputo custodire nel corso dei secoli.

Questo sito web è stato realizzato con il finanziamento dell’Unione Europea nel quadro del programma ENPI CBC Bacino del Mediterraneo.
Il contenuto di questo sito web è di esclusiva responsabilità dell’Agenzia Conservatoria delle coste della Sardegna, e dei partner del progetto (Conservatoire du Littora et des Rivages Lacustres, Agence de Protection et d’Aménagement du Littoral, Société pour la Protection de la Nature au Liban, Municipalité de Tyr) e non può in alcun modo essere considerato rappresentativo delle opinioni dell’Unione Europea o delle strutture di gestione del Programma.

Med-Phares